Ilona Sābera – portfolio

blogging, journalism, semiotics, short stories


Leave a comment

Le sofferenze di un ingegnere

“Devo ricevere tutti i dati,” ragionava  l’ingegnere. “Il sistema produrrà l’output dopo aver ricevuto tutto l’input necessario.” L’unico fatto che provocava il dubbio era la non conoscenza della modalità negativa o positiva del risultato. Ma siccome l’assioma “non si capisce mai nulla quando parla una donna” era irreversibile anche in questo caso, decidere l’azione seguente dopo aver ricevuto tutto l’input e concludere il ciclo del sistema, rimaneva un ostacolo metodologicamente disturbante.

“Mi passerà, mi passerà,”  ripeteva l’ingegnere nel silenzio dello studio e s’inventava un mantra che non si subordinasse alle strutture razionali della scienza. Pretendeva, in questo modo, di essere abbastanza maturo e ragionevole, in grado di superare l’ostacolo che nel tempo aveva prodotto un effetto laterale di stand by devastante, disabilitiando il ritorno alle impostazioni by default. Continue reading

Advertisements